Loading..

Banca dati quesiti

Cerca

24 ottobre 2023

Come bisogna procedere quando: proprietario di un immobile deceduto nel 2014 non ha successione e gli eredi hanno fatto rinuncia?
Si emette avviso di accertamento a nome del de cuius con sanzioni (riferito all’IMU 2015 e successivi) e si notifica presso l’ultimo indirizzo di residenza con dicitura : “collettivamente ed impersonalmente”?
Oppure considerato che questo credito sarà di dubbia esigibilità, sarebbe opportuno non emettere avvisi?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

23 ottobre 2023

Buongiorno, nel precedente ho forse spiegato male il fatto che la famiglia è domiciliata nel nostro comune ma non residente. Il fatto che nel regolamento da noi adottato si parli di residenti il contribuente ha diritto alla revisione della della tariffa. Per essere più precisi, domiciliati 6 nessuno residente, il regolamento prevede che dove non risultino residenti si debba applicare la tariffa per un residente. Vi ringrazio
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

20 ottobre 2023

Ci è stata fatta richiesta di riversamento IMU per comune incompetente per un versamento effettuato con il codice catastale del nostro ente nel dicembre del 2016.
Nel 2022 il comune che doveva ricevere il versamento per il 2016 emette avviso di accertamento notificandolo nel periodo di proroga covid (negli 85 giorni oltre il 31/12/2021).
L’istanza di cui sopra ci è pervenuta a febbraio 2022, prima del 26/03/2022, è quindi accoglibile?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

20 ottobre 2023

Un contribuente nell'anno in corso presenta all'ufficio tecnico una sanatoria con accertamento di conformità per opere parzialmente realizzate in difformità dal progetto autorizzato, le opere sono state seguite negli anni 90, gli immobili in oggetto erano stati autorizzati ed iscritti in catasto come locali di sgombere nella categoria C/2 .
L’abuso consiste nel fatto che gli immobili in fase di realizzazione furono adibiti ad abitazione ed in uno di questi il proprietario via aveva stabilito la residenza.
A seguito del parere positivo della sanatoria gli immobili sono stati accatastati in categoria A/2.
Il contribuente non avendo potuto usufruire dell’esenzione IMU abitazione principale, chiede il rimborso degli ultimi 5 anni in quanto uno dei C/2 veniva utilizzato come abitazione e dimora abituale dalla fine dei lavori “autorizzati”.
Posto che la variazione catastale avrà decorrenza dal mese in cui è stato presentato il docfa,
è legittimo accogliere la richiesta di rimborso.
La variazione docfa e quindi la nuova e rendita hanno efficacia dal mese di presentazione e dal primo gennaio dell’anno nuovo?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

19 ottobre 2023

Buongiorno, una società è proprietaria di un terreno che da PGT risulta essere un'area di compensazione paesaggistica ambientale, quindi con un vincolo di edificabilità. Questa società negli ultimi 5 anni ha versato IMU come se fosse un'area fabbricabile. Oggi, è pervenuta istanza di rimborso dal saldo 2018 all'acconto 2023 della maggiore IMU versata. Oltre al fatto che l'importo da rimborsare è alto e al momento i capitoli di spesa non sono capienti (questo ci mette in difficoltà ma speriamo di poter ovviare con una prossima variazione di bilancio) c'è una qualche possibilità o cavillo a cui attaccarmi per non concedere il rimborso? Ringrazio e porgo cordiali saluti.
Buongiorno,
con riferimento al quesito posto rileviamo che si rende necessario espletare
una specifica istruttoria sulla tipologia del terreno, di concerto con l’ufficio
tecnico, tesa ad accertare se l’area è classificata come edificabile nello strumento
urbanistico, perchè in tale caso il terreno è comunque soggetto a IMU.

Il vincolo paesaggistico ambientale non comporta l’esenzione IMU dell’area
fabbricabile, ma ne riduce il valore venale in comune commercio su cui è
calcolata l’imposta.

Pertanto se l’area non è presente nello strumento urbanistico comunale, l'IMU
è dovuta come terreno agricolo, mentre se risulta presente nel PRG, l’imposta
è dovuta come area edificabile, a prescindere dal vincolo paesaggistico.

In quest’ultimo caso l’ufficio tecnico deve eseguire la stima dell’area, tenuto
conto che il vincolo in esame comporta una riduzione del valore commerciale,
verificando altresì se gli eventuali diritti edificatori sono cedibili a terzi e realizzabili
su altri terreni edificabili.

Cordiali saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

19 ottobre 2023

Gent.mi a seguito ricognizione del pregresso e nelle more dell'invio solleciti Accertamenti TARI 2017 e 2018, sono venuti fuori degli atti del 2013 - 2014 - 2015 regolarmente notificati nei termini e regolarmente sollecitati nel 2021. Poichè gli stessi non sono mai stati oggetto di ingiunzione o ruolo coattivo, possono comunque essere inclusi nella nostra comunicazione alla società che cura per noi la parte cautelare coattiva? Grazie ps. abbiamo alcuni atti IMU nella stessa situazione (sempre anni 2013/2014/2015) Grazie e Cordiali Saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

19 ottobre 2023

Un contribuente chiede una revisione della TARI dal 2020 al 2023 in quanto in nucleo familiare è cambiato e non coincide con i residenti. Il nostro regolamento per il calcolo della tariffa fa riferimento al numero dei residenti. Il problema in questo caso è che la famiglia è domiciliata stabilmente e i figli frequentano oltretutto le scuole nel nostro nel nostro comune. Possiamo respingere la richiesta?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

18 ottobre 2023

Buongiorno,
in materia di occupazione di suolo pubblico si chiede se sia possibile non applicare sanzioni ed interessi per un pagamento relativo all'anno 2023 non eseguito per omissioni da parte dell'Ufficio. Non trattandosi di un tributo può essere applicato quanto disposto dall'Art. 10 dello Statuto del contribuente? In attesa di una Vs cortese risposta porgo Cordiali Saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 ottobre 2023

Buongiorno. Il nostro ufficio sta lavorando ad un progetto obbiettivo dell'aggiornamento della banca dati comunale delle aree fabbricabili. Dalla verifiche è emersa l'assenza di gran parte dei terreni siti nella zona D del PUC. Nella zona D del comune una parte ha il piano attuativo approvato mentre un altra parte è senza piano attutivo.
E' corretto inserire tutte le aree fabbricabili nella zona D con il piano attuativo approvato?
E' opportuno inserire anche le aree nella zona senza piano attuativo approvato?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 ottobre 2023

Buongiorno,
la presente per chiedere quale termine si debba dare per sollecitare il versamento della tassa rifiuti. Potrebbe essere giusto dare un termine di 10 giorni dalla notifica del sollecito di pagamento?
In attesa di un Vostro cortese riscontro si porgono cordiali saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 ottobre 2023

Gent.mi la contribuente non era residente sull'immobile di sua proprietà nel periodo di domiciliazione in caserma, ma in un'altra abitazione di una sua zia. Quindi non spettava l'esenzione di prima casa poiché non era residente li. Abbiamo accertato che la riduzione non è mai stata chiesta e alla fine la contribuente ha "patteggiato" con un avviso di accertamento per adesione degli anni 2018 e 2019 con rateazione e successivamente con stessa procedura per le annualità a venire. Cordiali Saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 ottobre 2023

Gent.mi, a quanto ammonta la sanzione dell'accertamento con adesione, considerando che vale 1/3 del minimo edittale? Mi spiego meglio, se la sanzione normale dell'accertamento esecutivo è il 30%, significa che con l'accertamento con adesione si pagherebbe il 10%? Grazie Cordiali Saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 7
  • 8
  • 9(current)
  • 10
  • 11
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Sede Legale: Via Giosuè Carducci, 62  - 56010 San Giuliano Terme (PI) - Tel. 050/877143 - [email protected]  - Capitale Sociale Euro 100.000,00 i.v. - C.F. e P. IVA 01541190508 e iscrizione nel Registro delle Imprese di Pisa n. 135501

Finanza Locale Partnership S.r.l - con socio unico 

Sede Legale: Via Giosuè Carducci, 62  - 56010 San Giuliano Terme (PI) - Tel. 050/877143 - [email protected]  - Capitale Sociale Euro 300.000,00 i.v.- C.F. e P. IVA 01629890508 e iscrizione nel Registro delle Imprese di Pisa n. 142157

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale