Loading..

Banca dati quesiti

Cerca

10 dicembre 2020

Buongiorno,
il nostro Ente intende approvare le aliquote IMU 2021, entro dicembre 2020, tenendo l'aliquota base come per il 2020.
Si chiede a tal proposito se vige l'obbligo di redigere il prospetto delle aliquote previsto dal comma 757, art. 1 della Legge 160/2019, che veniva considerato come parte integrante della delibera stessa e come meglio specificato dalla risoluzione n. 1/DF del 18 febbraio 2020.
Rilevato che alla data odierna il Decreto Ministeriale non è stato ancora emanato, si chiede come si debba procedere.
Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

10 dicembre 2020

Diritto di abitazione a favore dell'ex coniuge (art. 540, co. 2 Codice Civile).
L'immobile originario era composto da casa coniugale Dopo il decesso del marito lo stesso immobile è oggetto una divisione in 3 immobili ( 3 subalterni differenti catastalmente) In seguito a successione , la moglie e i 2 figli del deceduto diventano possessori della quota di 1/3 di ciascuno dei 3 immobili. La moglie del deceduto mantiene la residenza in uno dei 3 immobili., mentre i 2 figli risiedono in altri Comuni.
Come ci si deve comportare ai fini IMU?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 dicembre 2020

Buona sera,
alcuni contribuenti mi dicono che affittano per 15 giorni le loro seconde case con contratto turistico e mi chiedono se ci sono agevolazioni IMU. Ho chiesto loro di presentarmi copia del contratto ma non l'hanno ancora fatto.
Mi chiedo:
esistono questi tipi di contratto? e prevedono agevolazioni di qualche tipo?
Grazie.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 dicembre 2020

Un contribuente possiede un immobile A/2 AL 100%. Si separa dalla moglie la quale diventa assegnataria della casa. La moglie ha residenza e dimora abituale nell'immobile con la figlia ormai ventenne.
A partire dal 2020 l'ex marito, che abita in un altro paese, deve versare l'imu?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 dicembre 2020

Egr. Dott. Cava, una contribuente usufruttuaria di un immobile per 96/132 è deceduta nel 2018, l’altra quota di usufrutto è ripartita in altre 9 piccole quote e i titolari sono tutti in vita. Nella visura catastale è presente un unico nudo proprietario per 1/1. Si chiede:

1) A chi devono essere intestati gli avvisi di accertamento IMU/TASI/TARI relativi all’anno 2016 e 2017 per la quota relativa alla contribuente defunta che non ha eredi?
2) Relativamente all’IMU, per gli anni successivi al 2018 la quota della contribuente deceduta transiterà in capo al nudo proprietario senza ulteriori adempimenti?
3) Non essendo a conoscenza dell’avvenuto decesso della contribuente, per l’anno 2019 e 2020 relativamente alla TARI, sono stati emessi avvisi bonari intestati alla de-cuius, soltanto ieri il nudo proprietario ha presentato istanza di annullamento degli avvisi adducendo che l’immobile è inagibile e inabitabile senza però presentare alcuna denuncia di occupazione/detenzione. Considerato che il nudo proprietario possiede anche la quota più alta di usufrutto, sarebbe corretto provvedere all’ annullamento in autotutela degli avvisi bonari 2019/2020 per errata intestazione ed emettere avvisi di pagamento a suo nome per le stesse annualità facendo poi decorrere l’esenzione sulla base della documentazione prodotta dal 2021?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 dicembre 2020

Mi scuso per l'ulteriore quesito sullo stesso argomento ma sono molto confusa confusa.
Ma sono proprio tenuta a convocare la società. Mi contestano l'errore di applicazione aliquota (che è assurdo perchè applico correttamente l'aliquota deliberata). Perchè devo convocarli per sentire le loro ragioni quando le loro ragioni assurde le hanno scritte nell'istanza di reclamo. Non posso invece scrivere una comunicazione o fare un provvedimento di diniego della mediazione (e quindi senza accordo di mediazione e senza accoglimento del reclamo); oppure addirittura nessuna risposta da parte dell’Amministrazione entro il termine di 90 giorni che equivale a silenzio rigetto?
Ringrazio e mi scuso ancora.

Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 dicembre 2020

In riferimento alla risposta al quesito n. 11310, confermando che l'istanza è intestata alla Commissione Tributaria Provinciale, con le modalità e i requisiti formali previsti dal D.Lgs. n. 546/1992, chiedo se invece di convocarli io non possa scrivere e trasmettere via pec al contribuente e al loro legale che ha impostato il ricorso, una nostra comunicazione ufficiale nella quale argomentiamo ciò che loro contestano e confermiamo la correttezza formale e sostanziale dell'atto emesso.
Posso procedere in questo modo?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 dicembre 2020

Nel mio Comune approveranno il bilancio entro il 31/12/2020. Circa una settimana prima vogliono approvare le tariffe e le aliquote. Per quanto riguarda la delibera di approvazione delle tariffe TARI 2021, come mi devo comportare visto che sappiamo già che il PEF 2020 non sarà disponibile per quella data? Aggiungo che per le tariffe 2020 abbiamo confermato quelle del 2019. Qual'è l'iter da seguire? quali sono le scadenze per l'approvazione delle aliquote?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

08 dicembre 2020

A luglio sono stati notificati alcuni accertamenti esecutivi IMU sui quali c'era scritto che era il comune di Porto Mantovano che si sarebbe occupato della riscossione coattiva.
Ora a Porto Mantovano hanno deciso di affidare la riscossione coattiva a ditta esterna.
Posso inoltrare alla ditta gli accertamenti esecutivi notificati a luglio per i quali i contribuenti non hanno versato?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

08 dicembre 2020

Buona sera,
entro il 31/12/2020 ho in scadenza un accertamento notificato nel 2017.
Devo quindi notificare con cartolina verde un'ingiunzione fiscale ai sensi del Regio decreto del 1910.
Mi chiedevo, anche per la scadenza degli accertamenti al 31 dicembre dei 3 anni successivi alla data di notifica vale la regola degli 84 giorni sul 2021 oppure vale solo per gli accertamenti ancora da notificare del 2015?
Grazie. Cordiali saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

07 dicembre 2020

Il ns ente a giugno 2013 manda ai contribuenti un invito riguardante un acconto Tarsu 2013. Il 28/11/2013 il consiglio comunale approva le tariffe 2013 e viene inoltrato ai contribuenti un nuovo invito di pagamento Tares tenendo conto già del precedente invio e degli eventuali acconti pagati. Successivamente, per un errore di calcolo al momento della fissazione delle tariffe 2013, il consiglio comunale provvede, in data 21.03.2014, a rettificarle. Per alcuni contribuenti scaturisce un conguaglio a debito. La società che allora gestiva i tributi, nell'anno 2015, notifica ai contribuenti una richiesta di pagamento a saldo e ove non riceve versamenti provvede successivamente ad emettere degli avvisi di accertamento. Ai fini della prescrizione quinquennale per la notifica degli accertamenti si tiene conto dell'anno d'imposta (2013 con prescrizione 2018) oppure limitatamente al conguaglio a debito scaturito a seguito di rettifica di tariffe in data 21.03.2014 si fa riferimento all'anno 2014 con prescrizione 31.12.2019? Spero di essere stata chiara. Cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

07 dicembre 2020

Buongiorno,
ho emesso accertamento esecutivo IMU 2016 e 2017 ad una società che in quegli anni ha posseduto aree fabbricabili (oggi su quelle aree ci sono immobili).
Hanno presentato istanza di reclamo ai sensi dell'art. 17 bis del dlgs 546/1992 contestando due elementi infondatissimi.
Il primo è l'errore di applicazione aliquota (e confermo che l'aliquota applicata è corretta e nell'atto è richiamato anche l'atto di approvazione aliquote del di consiglio comunale) e la seconda contestazione è il valore dell'area. Io ho applicato quello deliberato dal consiglio ma loro presentano una perizia a firma di un loro ingegnere che attribuisce il suo personale valore all'area molto più basso di quello deliberato.
La domanda è: sono tenuta a rispondere a questa loro istanza o posso lasciar perdere? Inoltre questa istanza interrompe i termini di esecutività dell'atto?
Ringrazio e porgo cordiali saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 7
  • 8
  • 9(current)
  • 10
  • 11
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01541190508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Finanza Locale Partnership S.r.l

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01629890508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale