Loading..

Banca dati quesiti

Cerca

23 marzo 2022

Buongiorno, in questi giorni stiamo inviando i solleciti Tari 2017, si chiede a tal proposito se sia possibile effettuare la rateizzazione, e nel caso affermativo, se applicare le sanzioni e gli interessi.
Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

23 marzo 2022

Buongiorno, gli avvisi di accertamento esecutivi devono necessariamente essere inviati con raccomandata a/r in busta verde, o è valida anche la notifica con raccomandata a/r semplice?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

21 marzo 2022

A seguito delle modifiche apportate dall’art. 1, comma 15, della Legge di Bilancio per il 2022 (art. 17 del d.l.gs. n. 112 del 1999), per effetto della nuova disciplina viene abolita la quota di oneri di riscossione a carico del debitore:
• nella misura fissa del 3% delle somme iscritte a ruolo, in caso di pagamento entro il sessantesimo giorno dalla notifica della cartella di pagamento,
• e del 6% delle somme iscritte a ruolo e dei relativi interessi di mora in caso di assolvimento del debito oltre il suindicato termine di legge,
SI CHIEDE
Pertanto se gli oneri di riscossione non sono quindi più previsti neanche negli accertamenti esecutivi emessi dall’Ente (Comune), che testo bisogna inserire in sostituzione all’interno del provvedimento.
Si ringrazia distinti saluti.

Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

21 marzo 2022

A seguito di avviso di accertamento IMU, il contribuente ha richiesto il ricalcolo dell’imposta al 50% perché il fabbricato è di fatto inagibile. A corredo il contribuente ha presentato una relazione tecnica sottoscritta da un professionista, attestante tale condizione datata Gennaio 2022. In assenza di preventiva dichiarazione di inagibilità, il contribuente ha diritto alla riduzione dell’imposta?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

18 marzo 2022

UN CONTRIBUENTE RISULTA DEBITORE DELLA TARI PER GLI ANNI 2017 E SUCCESSIVI PER UN
IMPORTO COMPLESSIVO DI EURO 2.000,00. NON SONO STATI ANCORA EMESSI AVVISI DI ACCERTAMENTO. PUO' ESSERE CONCESSA LA RATEIZZAZIONE IN 18 RATE MENSILI COME RICHIESTO DAL CONTRIBUENTE?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 marzo 2022

Salve
il nostro comune deve approvare i nuovi regolamenti relativi alla TARI alla IMU e al Canone unico patrimoniale. Il Responsabile del tributo deve essere nominavo una sola volta oppure tutti gli anni?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

15 marzo 2022

In data 12.10.2021 è stato spedito un accertamento IMU 2016 al contribuente:
XXXX XXXX IN Via Roma 10 09100 Cagliari
La raccomandata è stata restituita al mittente con la dicitura: deceduto.
(l’Ufficio tributi non era ancora a conoscenza del decesso del contribuente)

In data 28.12.2021 è stato spedito nuovamente l’avviso a questo destinatario:
eredi di xxxx xxxx
Via Roma 10 09100 cagliari
Presso Bianchi xxxxx
Via Milano
09100 cagliari
Quindi non all'ultimo indirizzo del defunto (semplicemente perché trattandosi di casa disabitata sarebbe tornato indietro come la prima spedizione) ma all'indirizzo della figlia e erede
Quindi l’avviso è stato ricevuto dalla sig.ra Bianchi che è una delle figlie ed eredi del defunto. L’avviso è stato emesso senza sanzioni, come previsto per legge e per l’intera quota di possesso del defunto.
Ora l’erede che ha ricevuto l’avviso ha presentato un reclamo e ricorso sull’avviso di accertamento chiedendo il ricalcolo degli importi dovuti per ciascun erede.
Come si deve procedere?

Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

15 marzo 2022

Buongiorno Rag. Cava,
un contribuente non residente, in data 15/02/2022, ha presentato richiesta di rimborso per la tari dall’anno 2016 all’anno 2021, sostenendo che la tassa non era dovuta perché l’immobile è stato ereditato ed il contribuente paga la TARI per l’abitazione di sua proprietà assieme al coniuge. La richiesta del contribuente si basa sui pronunciamenti del ministero dell’Economia n.8/579 del 17.05.1988, sulla circolare n. 95/E del 22.06.1994 e sulla sentenza della Cassazione n. 16785 del 27.11.2002. Nella richiesta si precisa che, quando il contribuente si reca in paese, abita esclusivamente nella casa di comproprietà col coniuge. Il contribuente in questione sostiene che l’immobile è disconnesso dalle utenze e privo di immobili e suppellettili, ma non ha mai presentato dichiarazione e documentazione attestante lo stato dell’immobile. Il nostro regolamento dal 2014 al 2020, non prevede la casistica , semplicemente riporta che in caso di variazioni che influiscono sull’ammontare della tassa deve essere presentata la dichiarazione. Il regolamento in vigore, che decorre dall’anno 2021 esplicita che per aver diritto all’esclusione deve essere presentata dichiarazione con allegata la documentazione che comprovi lo stato dell’immobile, oppure, la non assoggetabilità deve essere accertata in base ad elementi obiettivi direttamente rilevabili o ad idonea documentazione. Allo stato attuale in nostro Ente è sprovvisto della figura del vigile. E’ corretto respingere la richiesta di rimborso? Se si con quale motivazione? La ringrazio e le auguro una buona giornata
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

12 marzo 2022

Buongiorno,
è possibile procedere alla riscossione della Tari 2022 inviando sempre avviso ordinario e F24 per il pagamento, dando la possibilità a chi lo richiede di pagare con PagoPa.
Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

11 marzo 2022

Buongiorno, un agricoltore, tra i suoi infiniti possedimenti ha costruito di recente (nel 2020) un fabbricato D6 che dovrebbe essere per uso sportivo personale senza fini di lucro . Dalla visura catastale però non vedo alcuna annotazione che faccia intendere ciò; è identificato nella categoria D6 a) (non so se la a9 può avere un significato particolare). Il contribuente lo ha escluso dal computo dell'IMU ma non sono certa che ciò sia possibile. Posso davvero esentarlo dal pagamento dell'IMU?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

11 marzo 2022

Buongiorno,
un agricoltore (regolarmente tale) è proprietario di numerosissimi terreni e numerosissimi immobili. E' esente IMU sui terreni e sui fabbricati perchè su tutti questi ultimi c'è l'annotazione di ruralità.
Nel 2019 acquista un altro cascinale con numerosissimi terreni e numerosissimi fabbricati. Su questi ultimi non vi è l'annotazione di ruralità. E' corretto esentare i terreni e ma accertarlo sui fabbricati?
Cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

11 marzo 2022

Buongiorno. Il nostro Comune è in procinto di approvare il Piano Finanziario con il nuovo metodo tariffario ARERA. E' corretto approvare le tariffe solo dell'annualità 2022 oppure essendo un Piano Finanziario quadriennale soggetto ad revisione biennale oppure dovremmo approvare le tariffe anche per l'anno 2023?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 6
  • 7
  • 8(current)
  • 9
  • 10
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01541190508 e-mail: [email protected] | tel: 050/877143

Finanza Locale Partnership S.r.l

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01629890508 e-mail: [email protected] | tel: 050/877143

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale