Loading..

Banca dati quesiti

Cerca

23 gennaio 2021

Buongiorno,
da un'indagine condotta sul mef e su internet è emerso che diversi comuni hanno confermato le tariffe 2021 per ICP e diritti sulle pubbliche affissioni (esempio comune di Casalmaggiore in provincia di Cremona, comune di Meolo in provincia di Venezia). Mi chiedo, con il nuovo Canone Unico che comprende ICP e Cosap, è comunque necessario confermare le tariffe ICP per l'anno 2021 oppure non si deve fare?
Grazie.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

20 gennaio 2021

Buongiorno, con la presente si chiede di conosce se l'Ente è tenuto ad adottare la deliberazione per l'approvazione delle aliquote IMU per l'anno 2021 o se in assenza vengono confermate le aliquote approvate con deliberazione del 2020.
Si ringrazia e si saluta.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

15 gennaio 2021

Un contribuente ha ceduto in comodato ad uso gratuito a un coltivatore diretto (atto registrato) dal 2014 al 2021, un fabbricato di categoria catastale C/2, censito al catasto con i requisiti di ruralità. Nel contratto è indicato che l’immobile sarà destinato a ricovero di animali. Il proprietario chiede di sapere se era tenuto al pagamento dell’I.M.U. nell’esercizio 2019. Con riguardo all’esercizio 2020, qualora imponibile per il proprietario, ricorre la fattispecie di applicazione dell’aliquota dello 0.1%?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

15 gennaio 2021

Buongiorno,
faccio un quesito che a parer mio ha una ovvia risposta se non fosse che sto questionando con la con l'unione artigiani che sostiene il contrario e di conseguenza mi stanno facendo sorgere dubbi. Questi stanno applicando la riduzione del 50% per uso gratuito ad una contribuente che ha ceduto un suo immobile al suo papà. quest'ultimo però è già proprietario di un immobile (sempre nello stesso comune) che ha concesso in affitto. Non è possibile concedere la riduzione giusto?
Ringrazio e porgo cordiali saluti
Caterina Del Prete
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

14 gennaio 2021

Buongiorno, il nostro Ente ha approvato il bilancio di previsione entro il 31/12/2020 ed in mancanza del PEF 2021 ha riconfermato le tariffe 2020 anche per il 2021.
A tutt'oggi il Gestore ci comunica di non poter fornire il PEF 2021, in quanto il termine per l'approvazione del loro bilancio 2019 è fissato a maggio 2021, pertanto non coerente con il termine per l'approvazione del bilancio di previsione, prorogato al 30/03/2021.
Si chiede a tal proposito, se la scelta "obbligata" di riconfermare le tariffe 2020 anche per il 2021 sia stata corretta.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

13 gennaio 2021

Si porta all'attenzione di Finanza locale il seguente quesito : l'esenzione della rata di saldo Imu 2020 riguarda tutto il territorio nazionale ? L'esenzione è prevista anche nell'ipotesi in cui il proprietario non coincida con il gestore ? Gli eventuali rimborsi che l'Ente dovrà gestire sono coperti da ristoro specifico ovvero dal Fondo funzioni fondamentali?
Si ringrazia , cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

13 gennaio 2021

L'Ufficio Tributi per carenza di personale non ha notificato gli avvisi di accertamento 2015 entro il 31/12/2020 , sfruttando la proroga del DL n. 18/2020 di 84 giorni ( notifica entro il 25/3/2021 )
La posizione dell'ufficio è corretta alla luce dell'evoluzione normativa , e in relazione alla circolare n. 6/DF del MEF?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

12 gennaio 2021

Salve Dott. Cava, lo scrivente notificato ad un contribuente gli avvisi di accertamento violazioni IMU 2016 e 2017. Nello specifico, il contribuente (privo dei requisiti di imprenditore agricolo e/o coltivatore diretto ) il 17 dicembre 2015 eredita un immobile classificato D10. Da verifiche effettuate, viene presentato ad aprile 2018 un DOCFA dove è stata variata la destinazione dell’immobile da D10 ad A4 , nel quadro d (note) il tecnico dichiara che la destinazione e' stata sempre di abitazione rurale e che ha proceduto alla variazione per attribuire la corretta categoria A4, limitando a far pagare l’IMU con decorrenza dalla variazione (aprile 2018). L’ufficio tributi, pertanto, ha provveduto all’emissione degli avvisi di accertamento esecutivi, considerata l’imponibilita' dell’immobile non dalla data della variazione (aprile 2018) ma dal 01/01/2016 per assenza dei requisiti del contribuente. Si chiede un suo parere in merito. La ringrazio
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

12 gennaio 2021

Buongiorno Dott. Cava, le chiedo cortesemente se negli atti esecutivi "la sanzione ammministrativa prevista dall'articolo 13 del d.lgs. n. 471 del 1997 non si applica nei casi di sanzione per omesso, carente, tardivo versamento delle somme dovute sulla base degli atti esecutivi". Durante una videoconferenza con un altro relatore mi è parso di capire questo. Chiedo a Lei un suo preziosissimo parere in merito.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

12 gennaio 2021

Buongiorno,
entro quale data è possibile notificare i provvedimenti Imu 2015? Quali sono i riferimenti normativi?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

12 gennaio 2021

Buongiorno Dott. Cava,
e' stata trasmessa al nostro Ente una richiesta di esenzione IMU in relazione ai locali di proprietà di un Ente ecclesiastico (Seminario Arcivescovile) dove viene svolta attività didattica da parte dell'Istituto superiore di scienze religiose (scuola riconosciuta paritaria, con corso di laurea triennale e magistrale).
L'istanza fa riferimento al DM 26/06/2014 del MEF, che prevede l'esenzione per gli enti non commerciali che possiedono immobili, comprese le scuole/istituti/università paritarie che svolgono in via esclusiva attività di formazione; nella stessa si precisa inoltre che le attività didattiche vengono effettuate con modalità non commerciale, e che la quota versata dagli iscritti è da considerarsi importo simbolico.
Si chiede se sussistano i requisiti per concedere l'esenzione e se possa considerarsi simbolico l'importo di € 500,00 annue per il corso di laurea triennale e di € 600,00 annue per il corso di laurea magistrale.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

12 gennaio 2021

A seguito dei diversi decreti Ristori è possibile per i Comune mandare avvisi di accertamento esecutivi? la sospensione si riferisce solo all'Agenzia delle entrate?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 3
  • 4
  • 5(current)
  • 6
  • 7
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01541190508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Finanza Locale Partnership S.r.l

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01629890508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale