Loading..

Banca dati quesiti

Cerca

25 agosto 2020

Buongiorno Dott. Cava, 2 coniugi, comproprietari di un fabbricato adibito ad abitazione principale, si separano non legalmente, e dal 2016 il marito sposta la sua residenza in un immobile in locazione nello stesso comune, dove vive con uno dei tre figli, tutti maggiorenni. La moglie resta nell'abitazione di cui è comproprietaria con gli altri due figli. Per quale dei due coniugi l'immobile può essere considerato abitazione principale? Nel caso in cui dovessero pagare entrambi per l'assenza del requisito del nucleo familiare, l'obbligazione tributaria decorre dal 2016 o solo dal 2020? Se fosse dal 2020 , per le annualità 2016 e successive in che modo dobbiamo procedere? Grazie. Cordiali saluti. Piera M. Columbanu
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

25 agosto 2020

Buongiorno,
sono a chiedere se per l'approvazione del regolamento per la disciplina del corrispettivo per i rifiuti in luogo della TARI serve il parere dei revisori o se si può fare anche a meno del parere (trattandosi di corrispettivo).
Grazie.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

24 agosto 2020

Il nostro regolamento prevede che "nella determinazione della superficie tassabile delle utenze non domestiche non si tiene conto di quella parte ove si formano di regola, ossia in via continuativa e nettamente prevalente, rifiuti speciali non assimilati e/o pericolosi al cui smaltimento sono tenuti a provvedere a proprie spese i relativi produttori a condizione che ne dimostrino l’avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente. Per i produttori di rifiuti speciali non assimilabili agli urbani non si tiene conto della parte di area dei magazzini, funzionalmente ed esclusivamente collegata all’esercizio dell’attività produttiva, occupata da materie prime e/o merci, merceologicamente rientranti nella categoria dei rifiuti speciali non assimilabili, la cui lavorazione genera comunque rifiuti speciali non assimilabili, fermo restando l’assoggettamento delle restanti aree e dei magazzini destinati allo stoccaggio di prodotti finiti e di semilavorati e comunque delle parti dell’area dove vi è presenza di persone fisiche".
Qualora nel locale ove vengono prodotti questo tipo di rifiuti non vi siano locali destinati esclusivamente al personale (es. bagni, uffici, magazzini) si può considerare esente tutto il locale, pertanto, l'attività non versa niente a titolo di TARI?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

20 agosto 2020

A seguito verifiche effettuate nell'ufficio tributi di un comune in cui mi reco a scavalco, ho potuto riscontrare che sembrerebbe non essere stata mai fatta attività di accertamento per le somme non versate negli anni dal 2015 al 2019 e non risulterebbero ruoli coattivi presentati per gli anni 2010-2014 e di conseguenza non sarebbe stata fatta attività di accertamento anche in questi anni pregressi.
Come è più corretto configurare la fattispecie di queste somme non accertate, come minori entrate e perchè, oppure come debito fuori bilancio per singoli anni e perchè.
Stessa situazione con la TARI che è data in concessione ad Agenzia delle Entrate tranne per l'anno 2017.
Grazie
Cordiali Saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

11 agosto 2020

abbiamo approvato in Consiglio le aliquote IMU 2020. Per errore non abbiamo inserito nel prospetto delle aliquote quella per immobili dati in comodato a parenti di primo grado in linea retta come negli anni precedenti. Come rimediare?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

07 agosto 2020

Al fine di predisporre una risposta più completa possibile all'istanza pervenuta da due utenti proprietari di immobili uniti di fatto che vorrebbero considerare ai fini IMU entrambe le case come abitazioni principali, chiedo, gentilmente, di sapere se vi sono sentenze della corte di cassazione che si è espressa in merito a tali tipologie di immobili o altri riferimenti, oltre all'art. 13 comma 2 del dl n. 201/2011 e della circolare ministeriale n. 3/df del 18/05/2012 che da supporto al concetto di abitazione principale.
Cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

07 agosto 2020

A fine 2016 sono stati emessi accertamenti Ici omessa dichiarazione per aree fabbricabili in zona industriale-artigianale D1 del P.I.P. Il valore accertato è pari ad € 10,00 al mq.
Gli avvisi sono divenuti definitivi nel 2017.
A seguito delle notifiche sono pervenute numerose lamentele dei contribuenti in questione, relativamente al fatto che i terreni di che trattasi sono stati espropriati dal comune ma mai acquisiti;
ed inoltre che il P.I.P. è scaduto e le aree sono divenute delle zone bianche
L'Ufficio tecnico ha quindi definito un valore ridotto di € 2,00 da utilizzare in sede di accertamento con adesione. La maggior parte dei contribuenti hanno definito il valore ridotto.
Gli accertamenti 2010 in omessa dichiaraizone costituiscono base per gli accertamenti anni successivi in omesso parziale versamento
Un contribuente, proprietario di un lotto di 2 ettari, non ha voluto definire il valore, sostenendo il valore essere pari a quello di agro, lamentando tutta una serie di elementi tali da ridurre la valutazione che tuttavia non ha mai calato in un'istanza
L'Ufficio Tributi si trova a dover avviare la riscossionecoattiva l'accertamento definitivo del contribuente.
Si chiede : in assenza di adesione l'Ente puo'in autotutela rettificare l'avviso Ici 2010 applicando il vaore ridotto definito dall'Ufficio Tecnico?
Si ringriazia
Cordiali saluti

Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

06 agosto 2020

Buongiorno,
sto approntando il simulatore di calcolo per il saldo Nuova IMU.
Chiedo se restano confermate le seguenti riduzioni:
25% canone concordato
50% uso gratuito
50% fabbricati inagibili
Ringrazio e porgo cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

06 agosto 2020

Buongiorno, una contribuente, proprietaria al 50% di alcuni immobili, in seguito al ricevimento di diversi avviso di accertamento IMU, emessi con l'intestazione impersonale "Eredi di......", ha comunicato di aver rinunciato all'eredità dell'altra comproprietaria allegando l'atto di rinuncia regolarmente registrato al tribunale di Milano in data 28.06.2017. Nella successiva fase coattiva a chi deve essere effettuata la richiesta di pagamento? E come dobbiamo comportarci in merito ai precedenti provvedimenti divenuti definitivi e non pagati, già inviati all'Agenzia delle Entrate Riscossioni prima del ricevimento della comunicazione della rinuncia, nei quali si indica la contribuente rinunciataria quale erede?
Può inoltre chiarirmi in che modo l'ufficio può richiedere il pagamento della TARI dei suddetti immobili visto che la contribuente rinunciataria possiede comunque la quota del 50% seppur non occupandoli?
Grazie.
Cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

04 agosto 2020

Buongiorno,
il distributore di carburante è soggetta al tributo TARI, sia per il locale adibito ad ufficio che per le aree scoperte in prossimità della pensilina di erogazione?
Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

31 luglio 2020

Buon giorno, vorrei chiedere se avete un modello di avviso tari 2020 da poter rendere disponibile per il confronto e l'adeguamento di quello precedente in nostra dotazione.
Grazie
Cordiali Saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

31 luglio 2020

Un APS Onlus ha presentato dichiarazione di occupazione TARI, relativa ad abitazione, titolo di possesso comodato gratuito
Si chiede :
- l'utenza deve essere considerata non domestica?
- L'associazione ha allegato all'istanza lo statuto ,ma non la registrazione dello stesso presso l'Agenzia delle Entrate, non ha allegato l'atto costitutivo, non ha prodotto dimostrazione della registrazione dell'associazione presso l’ufficio regionale di competenza. L'Ufficio ritiene che la documentazione prodotta sia insufficiente, anche al fine dell'eventuale istanza IMU dei proprietari di agevolazione comodato gratuito a enti non commerciali.
Si ringrazia
Cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 12
  • 13
  • 14(current)
  • 15
  • 16
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01541190508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Finanza Locale Partnership S.r.l

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01629890508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale