Loading..

Banca dati quesiti

Cerca

11 settembre 2020

Un contribuente presenta dichiarazione IMU indicando un comodato gratuito a favore della figlia su un immobile dove la stessa ha preso la residenza. La madre abita nell'altro immobile. La signora però possiede una quota (11,11%) della vecchia casa della madre. La norma pone come condizione per poter usufruire della riduzione IMU per comodato gratuito il possesso di solo due immobile. Tale regola vale anche per questo caso? Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

10 settembre 2020

Buongiorno,

un contribuente (il prete del paese) per un immobile di proprietà della Chiesa non adibito al culto ma ad uso domestico non utilizzato da lui stesso, chiede di essere esonerato dal pagamento della tari per gli anni dal 2014 ad oggi, ma non ha mai presentato una denuncia di variazione che gli desse diritto ad eventuali sconti (es. sconto ad uso stagionale).
E' quindi possibile applicare uno sconto in vigore dal 2014?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 settembre 2020

BUONGIORNO,
Sto effettuando i controlli imu sull'anno 2017.
Nel 2017 l'Agenzia del Demanio acquisisce un d1 e alcuni terreni. il mio programma, che importa dal catasto i dati, ha importato anche questa dichiarazione.
L'importo da versare è considerevole ma non riscontro alcun pagamento. E' giusto che non paghi, essendo Demanio?
Grazie mille

Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 settembre 2020

Buongiorno,
se una società che ha immobili di proprietà sul nostro territorio comunale, è stata incorporata in un'altra società, è tenuta a presentare la dichiarazione IMU? E nel caso, da entrambe le società?
Grazie mille
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 settembre 2020

Il comune sta valutando di prevedere delle riduzioni superiori rispetto a quelle previste da ARERA, nel caso in cui un'utenza domestica sia stata obbligata a sospendere l'attività causa chiusura obbligatoria prevista dalla normativa nazionale e regionale. Si chiede se sia legittimo chiedere la presentazione di una dichiarazione ai contribuenti che intendano richiedere il ricalcolo degli avvisi di pagamento indicando il periodo di chiusura obbligata e se sia possibile prevedere quale scadenza di presentazione della dichiarazione una data diversa dal 30/06/2021, quale ad esempio quella del 31/12/2020. Le riduzioni verranno finanziate con specifico fondo del bilancio comunale.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 settembre 2020

Nell'anno 2020 e con decorrenza 01/01/2020 è stato approvato un nuovo regolamento IMU con il quale si stabilisce quale somma minima dovuta per anno solare da singolo soggetto passivo, e quindi anche ai fini dei rimborsi, pari a euro 10. Tale regolamento non abroga il precedente regolamento IUC che prevedeva nella parte dedicata all'IMU una somma minima pari a euro 12. Si chiede se per le richieste di rimborso che si riferiscono alle annualità di imposta precedenti al 2020 sia corretto considerare la somma minima indicata nel regolamento IUC pari a euro 12.
Si chiede inoltre se nel caso un contribuente chieda il rimborso di una somma e dalle verifiche dell'ufficio emerga che la somma versata non dovuta sia superiore (es.perchè tolta la somma oggetto di rimborso quella rimanente è inferiore al minimo dovuto), si possa procedere con il rimborso della somma maggiore.Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

09 settembre 2020

In data 09.11.2015 sono stati notificati gli avvisi di accertamento TARES 2013 che sono diventati esecutivi il 08.01.2016 (60 gg dalla data di notifica).

Entro il 31.12.2019 (entro il 31.12 del terzo anno successivo alla data di avvenuta esecutività) doveva essere notificata la cartella esattoriale, tale adempimento non è stato fatto.

In data 20.06.2019 sono stati spediti ai contribuenti con raccomandata A.R. dei solleciti di pagamento relativi agli accertamento TARES 2013, indicando nell’oggetto “ con interruzione dei termini di prescrizione”.

E’ possibile adesso ( settembre 2020) affidare all’agenzia delle entrate riscossioni l’incarico per l’invio delle cartelle?

Oppure considerando che non sono state notificate entro il 31.12.2019 tutti gli atti di accertamento sono prescritti?

Che validità legale può avere il sollecito con interruzione termini di prescrizione.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

04 settembre 2020

Buongiorno,
nel ns. Comune è presente un centro di accoglienza migranti, sito in una struttura reperita dalla Prefettura e nella quale convive un numero "variabile" di ospiti.
Vista l'impossibilità di attribuzione di una specifica categoria di utenza ai fini della tassazione Tari, siamo a chiedere un Vs. parere circa l'ipotesi di inserire detta struttura , per analogia, nella categoria 2.5 (alberghi con ristorazione) o nella categoria 2.7 (case di cura e riposo).
Si ringrazia anticipatamente e si porgono cordiali saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

02 settembre 2020

Buongiorno Dott. Cava, stiamo per inviare gli accertamenti IMU per le annualità 2015/2016, vorremmo sapere se è possibile utilizzare un'unica busta per la spedizione di entrambi gli atti emessi a carico del medesimo contribuente (ovviamente protocollati distintamente). La ringrazio. Saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

01 settembre 2020

Buongiorno, leggendo il Regolamento comunale sulla nuova IMU abbiamo dei dubbi in relazione al seguente art.:
Articolo 10 – Interessi moratori
1. Sulle somme dovute a titolo di imposta municipale propria a seguito di violazioni contestate si applicano gli interessi moratori pari al tasso legale maggiorato di 2 punti percentuali. Gli interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili. Premesso che questo Ente negli anni scorsi ha sempre mantenuto l'interesse legale fissato per legge, dovendo inserire questo parametro nel software di gestione del tributo IMU per il calcolo degli interessi, si deve far decorrere dal 01/01/2020?



Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

01 settembre 2020

Buongiorno, alla luce del D.L. 34/2020 ART. 157, si chiede se gli avvisi di accertamento anno 2015, devono essere emesso entro il 31/12/2020 e notificati entro il 31/12/2021, o se ci sono state altre modifiche normative. distinti saluti
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

26 agosto 2020

Buongiorno,
un contribuente ha richiesto, anni fa, la riduzione TARI del 30% (prevista dal nostro regolamento) per uso occasionale dell'immobile in quanto, per sua dichiarazione, pur risiedendo nell'immobile sito sul nostro territorio comunale, trascorre circa sei mesi a casa di un figlio in altra regione. La riduzione TARI gli è stata accordata. Ora però chiedo: posso utilizzare quella dichiarazione per richiedere il pagamento dell'IMU per i sei mesi nei quali non occupa l'immobile con l'emissione di un accertamento esecutivo?
ringrazio e porgo cordiali saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 11
  • 12
  • 13(current)
  • 14
  • 15
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01541190508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Finanza Locale Partnership S.r.l

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01629890508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale