Loading..

Finanza Locale

Sviluppiamo le potenzialità della Pubblica Amministrazione

Banca dati quesiti

Cerca

21 gennaio 2020

Buongiorno,
Il comune di Porto Mantovano ha notificato un'ingiunzione fiscale ad un contribuente (atto di ingiunzione fiscale artt.2 ss. R.D. 639 del 1910) a mezzo cartolina verde in data 09/08/2019. La scadenza del pagamento o la scadenza della presentazione del ricorso in commissione tributaria era entro 60 gg dalla notifica e quindi entro l' 8 ottobre 2019. La contribuente ha presentato ricorso in comune in data 6 novembre 2019. Non è fuori termine?
Nel caso risulti essere fuori termine di presentazione il comune di Porto Mantovano deve comunque attenersi all'Iter del reclamo-mediazione e di conseguenza presentare le controdeduzioni in commissione tributaria provinciale?
Grazie,
cordiali saluti,
Elena Saccoman
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

20 gennaio 2020

Si ha il caso di due coniugi che hanno la residenza anagrafica in due comuni diversi, nei quali ognuno possiede (al 100%) una casa dove hanno la residenza e vi dimorano abitualmente. Abitano in due case separate nonostante siano regolarmente sposati e non vi è nessuna separazione e/o divorzio.
Sulla base di questa situazione il marito non paga l'IMU nella casa X del paese X dove abita (e proprietario al 100%) e regolarmente iscritto in anagrafe e ai fini TARI. A sua volta la moglie abita (e possiede a suo nome al 100%) nella casa Y del paese Y dove anch'essa non paga IMU in quanto abitazione principale. Risulta corretto riconoscere il beneficio dell'esenzione IMU al marito in quanto abitazione principale nonostante la moglie sia residente in altro comune?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

20 gennaio 2020

Un nostro contribuente è proprietario di una civile abitazione che ha ceduto in comodato al figlio con regolare registrazione all’Agenzia delle Entrate, ma possiede altri due immobili, un D7 e un C2.
Può in questo caso versare l’Imu con l’agevolazione prevista dalla norma?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 gennaio 2020

IN CASO DI MANCATO VERSAMENTO DA PARTE DELLA MADRE DEL MINORENNE, A CHI VA INTESTATO ED INVIATO L'AVVISO DI ACCERTAMENTO?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 gennaio 2020

UN MINORENNE E' PROPRIETARIO DI UN IMMOBILE CON I FRATELLI E LA MADRE. NON C'E' RESIDENTE. CHI DEVE PAGARE IMU E TASI ? LUI O LA MADRE PER LUI? SE DEVE PAGARE LA MADRE PER LUI, IL VERSAMENTO LO DEVE FARE A SUO NOME O A NOME DEL FIGLIO?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

17 gennaio 2020

Buongiorno, in data 18 dicembre 2019 questo ufficio trasmetteva un avviso di accertamento tasi per tasi non pagata, una volta ricevuto l'avviso il contribuente spediva una lettera a questo Ufficio comunicando che non aveva pagato la tasi perché dove e' situata l'abitazione non vi e' presente l'illuminazione pubblica e non viene effettuata la manutenzione della stradale, il contribuente nonostante questo e' comunque tenuto a pagare la Tasi? se si potreste suggerirci come rispondere? grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

16 gennaio 2020

Buongiorno,
chiediamo quali siano i requisiti necessari al fine della fruizione dei benefici IMU relativi agli immobili locati a canone concordato.
Nell'estate del 2019 le associazioni sindacali delle categorie degli inquilini e dell'edilizia hanno firmato un accordo a canone concordato relativo ad un territorio che abbraccia più comuni e depositato presso uno di questi ( il comune capoluogo di Provincia), nonchè trasmesso via mail agli altri. Il nostro comune è uno di questi ma non ha adottato nessun atto formale in relazione all'accordo.
Ci chiediamo se tale accordo e quindi i contratti registrati che si uniformano allo stesso e che presentano apposita certificazione siano sufficienti al fine di beneficiare della riduzione della base imponibile IMU. Il dubbio nasce sia per quelli sottoscritti nel 2019, sia per quelli sottoscritti nel 2020 che prevede diversa normativa IMU.
E' necessario qualche atto da parte del Comune? Dal momento che non vi è obbligo di dichiarazione come è possibile conoscere l'esistenza di tali contratti?
Grazie
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

15 gennaio 2020

in merito al quesito n.10983 posto in precedenza, specifico che siamo nella fase di presentazione delle memorie in quanto la ditta ha già depositato il ricorso in commissione tributaria e ne ha notificato copia anche a noi Comune. Devo predisporre dunque le memorie da depositare telematicamente.
Ho emesso l'accertamento per differenza d'imposta in assenza di loro dichiarazione IMU di concessione in locazione degli immobili oggetto di accertamento. Mi conferma che nel 2014 era obbligatoria la denuncia?. nel ricorso c'è scritto che il comune avrebbe dovuto reperire i dati dal Registro delle imprese. Posso sostenere l'obbligatorietà della presentazione della dichiarazione? può darmi qualche riferimento normativo?
Ringrazio e porgo cordiali saluti.
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

15 gennaio 2020

Buongiorno,
vorrei un chiarimento in merito a chi deve firmare digitalmente le controdeduzioni da inoltrare telematicamente in ctr.
Nel caso concreto nelle controdeduzioni (in calce) viene menzionato l'avvocato dell'ente e il responsabile tributi. Deve firmare l'avvocato oppure è indifferente, può firmare anche il responsabile tributi?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

13 gennaio 2020

Buonasera,
provo a "sfruttare" la memoria storica e la competenza del Dott. Cava in materia di evoluzione della riscossione negli Enti Locali.
Attraverso la Prefettura è pervenuta all'Ente la richiesta di una Signora (figlia di esattore, che pare avesse ereditato il mestiere del padre) con la quale si chiede il rilascio di un NULLA OSTA alla cancellazione dell'ipoteca iscritta in favore dell'erario quale garanzia della gestione esattoriale consortile del Comune di Alghero.
A distanza di tanti anni si ritiene possa sussistere qualche ragione ostativa al rilascio di tale nulla osta?
In altri termini i vecchi esattori, alla luce delle modifiche che hanno interessato l'evoluzione della riscossione, possono essere chiamati a rispondere di eventuali pendenze legate all'attività svolta?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

13 gennaio 2020

Per aver diritto all’esenzione IMU, è sufficiente la classificazione catastale nella categoria D/10 per i fabbricati strumentali, o è necessario che l’immobile sia utilizzato per l’esercizio all’attività agricola e che vengano rispettati altri requisiti?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.

11 gennaio 2020

In catasto due immobili, di cui uno in categoria catastale A04 e uno C06, sono stati ereditati (per decesso e testamento olografo del nonno) dal nipote e dalla madre di lui che hanno la proprietà al 50% e la madre " abitazione" 100% (non è un diritto di abitazione derivante dall'art. 540 del c.c.) . Chi deve pagare IMU, TASI e TARI?
Attenzione la risposta al quesito è disponibile solo per gli utenti registrati.Effettua il LOGIN, oppure REGISTRATI per vedere la risposta.
  • 1(current)
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Banca dati quesiti pubblici
Quesiti resi pubblici
Accedendo al portale è possibile consultare oltre 3.000 risposte a quesiti che gli Uffici tributi hanno posto a Finanza Locale, con modalità di ricerca, anche per tematiche, semplici e immediate.
Quando la normativa genera più quesiti su una particolare fattispecie o quando il quesito sollevato è ritenuto di specifico interesse per il tema affrontato, Finanza Locale rende pubblico il quesito e  il relativo parere.
Le domande sono rese pubbliche in forma spersonalizzata senza, quindi, indicare il comune che ha posto il quesito.
Finanza Locale Management S.r.l.

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01541190508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Finanza Locale Partnership S.r.l

Via Carducci,62 56010, San Giuliano Terme (PI) R. E. A.: PI – 135501 | C.F. e P. IVA: 01629890508 e-mail: flm@finanzalocale.net | tel: 050/8754055

Ultimi Tweets da @FinanzaLocale